Bianconiglio e Gegeniglia
   I VIAGGI E LE GITE DI DUE MOTOTURISTI

IndietroItinerari
HomePage
  FRANCIA 2009: LOZERE, VERCORS E MONT-BLANC         

<<< 13 agosto: il Tramway du Mont Blanc

15 agosto: il viaggio di ritorno

14 agosto: le Gorges de la Diosaz e il Lac Vert

La cascata vista dal ponte naturale

Ultimo giorno di vacanza, domani si rientra. Una raccolta di depliant nella hall dell'albergo mostra alcuni luoghi interessanti nelle immediate vicinanze di St.Gervais-les-Bains, precisamente sul rilievo di fronte.

Breve viaggetto in moto, nel tremendo traffico della vigilia di Ferragosto, ed eccoci a dirigerci verso il Plateau d'Assy: la prima sosta Ŕ pedestre, una bella passeggiata al fresco nelle Gorges de la Diosaz. Questa forra, scavata dal torrente Diose (o Diosaz), Ŕ attrezzata con passerelle e ponti che permettono di arrivare sino alla cascata, oltre la quale si pu˛ procedere solo con tecniche di canyoning. Spettacolare il punto di vista offerto da un masso, crollato in epoca storica (XVII secolo) che si Ŕ incastrato tra le due pareti a formare un ponte naturale.

Dopo le Gorges, saliamo lungo i versanti della montagna fino a raggiungere il Plateau d'Assy, un altopiano a 1050 metri d'altezza, frequentato da appassionati di parapendio, che da una parte vanta una bellissima vista verso il Monte Bianco, e dall'altra custodisce in un bosco di conifere un autentico smeraldo della natura, il Lac Vert, specchio d'acqua di grande bellezza e pace.

Gorges de la Diosaz
il Lac Vert

Il Monte Bianco visto dal Plateau d'Assy (localitÓ Joux PLane)

Dopo aver goduto sia del panorama che del refrigerio di una passeggiata intorno al lago, nella strada del ritorno ci fermiamo per una visita pi¨ culturale, una chiesa che Ŕ un autentico museo di arte moderna, con una dedica chilometrica: Notre-Dame-de-Toute-GrÔce du Plateau d'Assy

Notre-Dame-de-Toute-GrÔce du Plateau d'Assy

Realizzata tra il 1937 ed il 1946, questa opera in stile chalet alpino sormontata da un campanile di 28 metri, Ŕ stata decorata dai massimi artisti dell'epoca tra cui ricordiamo i pi¨ noti: Fernand LÚger (facciata), Henri Matisse (San Domenico) e Marc Chagall (Passaggio del Mar Rosso, ceramica del battistero, il cui fonte battesimale in marmo di Carrara Ŕ dell'italiano Carlo Sergio Signori)


15 agosto: il viaggio di ritorno

Le vacanze sono finite, si preparano i bagagli e ci si prepara a partire, non prima di aver fatto un salto al mercato per comprare una bella forma di reblochon, sperando che non puzzi troppo :D. La strada pi¨ rapida per rientrare a casa sarebbe il tunnel del Monte Bianco ma, avendo l'intera giornata davanti, preferiamo goderci ancora un po' di montagna: sconfiniamo ancora in Svizzera scendendo da col de la Forclaz fino a Martigny, e poi saliamo verso il Gran San Bernardo, tanto per fare "due passi" e scendendo poi ad Aosta. La lunga teoria di limiti a 50 km/h incontrata sia scendendo dal Gran San Bernardo e poi percorrendo la Val d'Aosta verso la pianura (provate a rispettarli, con i "locali" che passano come missili) ci suggerisce, a un certo punto, di infilare l'autostrada, in fondo prima arriviamo e prima ci riacclimatiamo all'aria bollente di Milano... e prima riusciamo a scrivere questo report... o no? No, Ŕ stato un parto molto lungo: dall'agosto 2009 si deve attendere dapprima la creazione del sito (dicembre 2009) ma la stesura delle prime pagine di questo viaggio avverrÓ solo nel novembre del 2011 e terminerÓ adesso, aprile 2012: beh, la memoria funziona ancora. Buone strade e buoni giorni!

Itinerari            Fotografie


Questo sito ha carattere esclusivamente amatoriale, non si intende infrangere alcun copyright.
Tutti i marchi citati nel sito possono essere registrati dai rispettivi proprietari.
Sito ottimizzato per una risoluzione orizzontale di 1024 pixel

Contatore delle visite dal 29/12/2009 al 26/11/2016 (vecchio hosting Digilander)


Contatore e statistiche dal 27/11/2016 (nuovo hosting XOOM)